Traduzione di schede dati di sicurezza: un approccio continuativo

Parliamo di un progetto continuativo nel tempo, gestito per più clienti e in più lingue: la traduzione di schede dati di sicurezza, indispensabile per qualsiasi azienda che tratta sostanze chimiche potenzialmente dannose per la salute.

Di cosa si tratta?

Da molti anni affianchiamo alcune aziende nella traduzione multilingue delle schede di sicurezza di sostanze o miscele: dall’industria farmaceutica al settore del legno arredo, fino a quello dei prodotti per la cura della casa.
Le schede dati di sicurezza, o SDS, sono documenti obbligatori che accompagnano le sostanze chimiche pericolose lungo tutta la catena di produzione e che devono essere fornite obbligatoriamente da chi produce o importa tali sostanze.

Sono documenti che contengono informazioni riguardanti:

  • i pericoli,
  • il corretto stoccaggio,
  • l’utilizzo,
  • lo smaltimento

di prodotti chimici che presentano rischi per la salute e per l’ambiente.

Grazie a essi, il datore di lavoro può adottare le misure di prevenzione e protezione necessarie e i lavoratori possono tutelarsi grazie a una maggiore consapevolezza.

I documenti devono conformarsi a una specifica normativa europea, il regolamento 1907/2006, denominato “REACH”. Le schede dati di sicurezza in circolazione devono sempre essere conformi agli ultimi aggiornamenti della normativa, la cui versione più recente risale al dicembre 2023, dopo l’aggiornamento sostanziale 878/2020.

L’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) è l’ente che ha il compito di regolamentare il settore e promuovere l’attuazione delle norme in vigore. Nelle sue istruzioni per la compilazione delle SDS, dedica alcune linee guida anche alle traduzioni. Le schede, infatti, devono essere fornite obbligatoriamente nella lingua ufficiale (o lingue ufficiali) dello Stato in cui si introduce la sostanza, a meno che tale Stato non abbia disposto diversamente. L’Agenzia ritiene comunque “auspicabile” che tutte le SDS, così come gli scenari di esposizione ad esse allegati, vengano forniti nella lingua del paese di destinazione.

Come si presenta il progetto?

Le aziende con cui collaboriamo hanno sviluppato nel tempo numerose schede, regolarmente riemesse ed aggiornate negli anni alla luce di nuove normative, nuove restrizioni o di nuovi studi e informazioni sulle sostanze. Noi provvediamo alla traduzione completa, alle eventuali integrazioni, all’aggiunta di nuove lingue e alla gestione dell’archivio.

Questi documenti seguono una struttura prefissata per legge e devono essere tradotti tenendo conto della terminologia scientifica e delle consuetudini grafiche e linguistiche del paese di destinazione, ma anche adattati nei contenuti in funzione delle normative e delle autorità di riferimento locali.

È importante rispettare il layout prestabilito e garantire uniformità e coerenza nella resa in caso di aggiornamenti e di gestione multilingue. È fondamentale inoltre rispettare le indicazioni dell’Agenzia rispetto alle scelte traduttive e alla terminologia da adottare. Particolarmente delicate sul piano linguistico sono le sezioni che riguardano le misure di sicurezza sul lavoro e le ricerche scientifiche sugli effetti della sostanza.

Come è organizzato il lavoro di traduzione?

Questo lavoro non può prescindere dai software di traduzione assistita, che ci aiutano nella gestione dei testi standard, della terminologia ufficiale e delle variazioni continuative nel tempo, oltre che nel controllo qualità di tutti i dettagli.

È indispensabile adeguarsi ai materiali di riferimento legali e scientifici forniti dai portali delle autorità europee e dei paesi di destinazione.

Come per altri materiali aziendali, organizziamo un archivio suddiviso per combinazioni linguistiche e per cliente, in modo da avere sempre a disposizione i materiali storici da confrontare e recuperare. Possiamo così ottimizzare tempi e costi, correttezza e coerenza.

Tiriamo le somme

Per l’ambiente e per le persone, è fondamentale tradurre in modo preciso le SDS nelle lingue parlate da chi dovrà lavorare con la sostanza: è un importante diritto di chi lavora, infatti, conoscere gli effetti a breve e a lungo termine delle sostanze con cui entra a contatto, oltre che imparare le misure di sicurezza per manipolarle correttamente e le azioni da intraprendere in caso di incidente o dispersione. Sarebbe molto rischioso istruire le persone su questi temi in una lingua straniera che non padroneggiano perfettamente. Anche in questo caso la scelta delle parole giuste permette di tutelarci e contemporaneamente favorire scambi internazionali più estesi e sicuri.


Scopri gli altri progetti di traduzione a cui abbiamo lavorato.

X
X

Richiedi un preventivo di traduzione

Risponderemo entro una giornata. Ti chiediamo di compilare il modulo con alcune informazioni che ci serviranno a capire meglio ciò che ti serve.

 

    Nome e cognome *:

    Privato o azienda *:
    privatoazienda

    Azienda di appartenenza:

    Provincia/Stato estero *:

    Telefono *:

    e-mail *:

    Lingua di partenza*:

    Lingua d’arrivo*:

    Tipo di documento da tradurre *:

    (es: sito web, brochure, manuale, certificato, atto, …)

    Ambito:

    (es: arredamento, siderurgia, abbigliamento, enologia, …)

    Volume:

    (es: numero di parole, numero di caratteri, …)

    Messaggio:

    Dichiaro di accettare la privacy policy

    Richiedi un preventivo gratuito

    Ti accompagneremo in tutte le fasi: prima, durante e dopo la traduzione. Un servizio completo, con un valore aggiunto che fa la differenza.

    Iscrivimi alla Newsletter

    Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

    privacy policy

    Per favore, non copiare! Please do not copy!