+39 0432 531010

studiointra@studiointra.it

3 consigli utili per fare la differenza sul mercato internazionale

Quando un’azienda decide di rivolgersi a uno o più mercati esteri, sono molte le domande che si pone. E la risposta è spesso diversa a seconda dello strumento di comunicazione utilizzato e dei Paesi che si vogliono approcciare.

 

1. Comunicazione quotidiana: quale lingua utilizzare?

Quando si ha a che fare con aziende estere di dimensioni medio-grandi, l’inglese è generalmente sufficiente per la comunicazione quotidiana via e-mail o telefono.

Se i tuoi interlocutori sono invece piccole aziende o realtà artigianali, è possibile che non tutti conoscano l’inglese a un buon livello.

In ogni caso, il tuo cliente apprezzerà molto se ti sforzi di comunicare nella sua lingua, dimostrando interesse e disponibilità.

 

2. Sito web e cataloghi: l’inglese è sufficiente?

Spesso le aziende scelgono di tradurre i propri materiali di comunicazione online e offline (sito web, listino, brochure, catalogo, ecc.) in inglese, anche se si rivolgono a mercati di lingue diverse.

In questi casi è opportuno riflettere sul fatto che non tutti i Paesi del mondo hanno la stessa apertura verso la lingua inglese e che non tutti i potenziali clienti hanno competenze sufficienti per comprenderne i contenuti e, quindi, la qualità.

È importante, inoltre, tenere conto delle abitudini culturali del Paese con il quale si ha a che fare. In paesi come Francia e Germania, per esempio, le convenzioni sociali prevedono l’uso, anche nel web, di forme di cortesia che non sono presenti nella lingua italiana o in quella inglese.

 

3. E-commerce: i sistemi di traduzione automatica funzionano?

Molti siti di vendite online si affidano a motori di traduzione automatica per presentare i propri prodotti nella lingua dell’utente, qualsiasi essa sia.

Poiché si tratta di descrizioni molto sintetiche, i risultati della traduzione automatica sono talvolta ambigui, se non addirittura esilaranti, e possono compromettere l’efficacia della comunicazione.

Tradurre (bene!) il proprio e-commerce nelle lingue dei mercati che si intende approcciare è quindi un passo indispensabile per fare una buona impressione anche sui clienti più esigenti.

 

Insomma… traduzione e localizzazione sono sempre un investimento, non una spesa!

X
X

Richiedi un preventivo

Richiedeteci senza alcun impegno un preventivo. Per individuare le vostre esigenze, vi chiediamo cortesemente di fornirci alcune semplici informazioni, compilando il seguente modulo:

Nome e cognome *:

Privato o azienda *:
privatoazienda

Azienda di appartenenza:

Provincia/Stato estero *:

Telefono *:

e-mail *:

Lingua sorgente*:

Lingua d’arrivo*:

Tipo di documento da tradurre *:

(es: sito web, brochure, manuale, certificato, atto, …)

Ambito:

(es: arredamento, siderurgia, abbigliamento, enologia, …)

Volume:

(es: numero di parole, numero di caratteri, …)

Carica file:

(es: documento word/excel, pdf, scansione…)

Messaggio:

Dichiaro di aver accettato la Privacy Policy

Richiedi il tuo preventivo gratuito!

Ti accompagneremo in tutte le fasi del lavoro. Un servizio completo, con un valore aggiunto che fa la differenza.

Iscrivimi alla Newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

privacy policy