+39 0432 531010

studiointra@studiointra.it

3 consigli per fare la differenza sul mercato internazionale

Quando un’azienda decide di rivolgersi a uno o più mercati esteri, sono molte le domande che si pone. E la risposta è spesso diversa a seconda dello strumento di comunicazione utilizzato e dei Paesi che si vogliono approcciare.

 

1. Comunicazione quotidiana: quale lingua utilizzare?

Quando si ha a che fare con aziende estere di dimensioni medio-grandi, l’inglese è generalmente sufficiente per la comunicazione quotidiana via e-mail o telefono.

Se i tuoi interlocutori sono invece piccole aziende o realtà artigianali, è possibile che non tutti conoscano l’inglese a un buon livello.

In ogni caso, il tuo cliente apprezzerà molto se ti sforzi di comunicare nella sua lingua, dimostrando interesse e disponibilità.

 

2. Sito web e cataloghi: l’inglese è sufficiente?

Spesso le aziende scelgono di tradurre i propri materiali di comunicazione online e offline (sito web, listino, brochure, catalogo, ecc.) in inglese, anche se si rivolgono a mercati di lingue diverse.

In questi casi è opportuno riflettere sul fatto che non tutti i Paesi del mondo hanno la stessa apertura verso la lingua inglese e che non tutti i potenziali clienti hanno competenze sufficienti per comprenderne i contenuti e, quindi, la qualità.

È importante, inoltre, tenere conto delle abitudini culturali del Paese con il quale si ha a che fare. In paesi come Francia e Germania, per esempio, le convenzioni sociali prevedono l’uso, anche nel web, di forme di cortesia che non sono presenti nella lingua italiana o in quella inglese.

 

3. E-commerce: i sistemi di traduzione automatica funzionano?

Molti siti di vendite online si affidano a motori di traduzione automatica per presentare i propri prodotti nella lingua dell’utente, qualsiasi essa sia.

Poiché si tratta di descrizioni molto sintetiche, i risultati della traduzione automatica sono talvolta ambigui, se non addirittura esilaranti, e possono compromettere l’efficacia della comunicazione.

Tradurre (bene!) il proprio e-commerce nelle lingue dei mercati che si intende approcciare è quindi un passo indispensabile per fare una buona impressione anche sui clienti più esigenti.

 

Insomma… traduzione e localizzazione sono sempre un investimento, non una spesa!

X
X

Richiedi un preventivo

Risponderemo entro una giornata. Ti chiediamo di compilare il modulo con alcune informazioni che ci serviranno a capire meglio ciò che ti serve.

    Nome e cognome *:

    Privato o azienda *:
    privatoazienda

    Azienda di appartenenza:

    Provincia/Stato estero *:

    Telefono *:

    e-mail *:

    Lingua di partenza*:

    Lingua d’arrivo*:

    Tipo di documento da tradurre *:

    (es: sito web, brochure, manuale, certificato, atto, …)

    Ambito:

    (es: arredamento, siderurgia, abbigliamento, enologia, …)

    Volume:

    (es: numero di parole, numero di caratteri, …)

    Messaggio:

    Dichiaro di accettare la privacy policy

    Richiedi un preventivo gratuito

    Ti accompagneremo in tutte le fasi: prima, durante e dopo la traduzione. Un servizio completo, con un valore aggiunto che fa la differenza.

    Iscrivimi alla Newsletter

    Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

    privacy policy