L’inglese da solo basta?

Oltre il 90% delle imprese europee è costituito da PMI, di cui solo una parte riesce a vendere a consumatori che parlano una lingua diversa

Si incorre spesso nell’errore di credere che sia sufficiente conoscere l’inglese, lingua veicolare per eccellenza. Una buona conoscenza di questa lingua è certamente essenziale per aumentare il livello della propria attività a livello internazionale. Tuttavia, non tutti parlano l’inglese e, più specificamente, non tutti vogliono parlare l’inglese.

Secondo un’indagine condotta dalla Commissione europea sulle PMI esportatrici, quasi la metà afferma di avvalersi di una strategia di gestione linguistica, ma più di una su dieci dichiara di aver perso un contratto a causa dell’insufficiente conoscenza delle lingue straniere.

Il concetto è sintetizzato in una frase attribuita all’ex cancelliere tedesco Willy Brandt:

«Se ti vendo qualcosa, parlo la tua lingua, aber wenn du mir etwas verkaufst, dann mu?t du Deutsch sprechen» (…ma se vuoi vendere qualcosa a me, devi parlare in tedesco).

Sebbene l’inglese conservi il proprio ruolo di rilievo in Internet, altre lingue – come il cinese, il russo, il tedesco, il francese, lo spagnolo e il portoghese – stanno acquistando una sempre maggiore importanza.

Le imprese che investono in tecniche di gestione linguistica tendono a raggiungere livelli di esportazione più elevati rispetto a quelle che non lo fanno.

Eppure, la nostra esperienza quotidiana ci mostra un “restringimento” nella scelta degli idiomi in cui le aziende scelgono di tradurre i propri materiali.

La nostra newsletter vuole dunque suscitare una riflessione: il “livellamento” linguistico a tutti i costi ci porterà a raggiungere più mercati o a perderne invece una grande fetta?

Per noi, abbattere le barriere linguistiche nel vero senso della parola rimane sempre un valore aggiunto. Anche per il vostro lavoro.

 

RICHIEDI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO!

Nome del richiedente *:

Società di appartenenza *:

Indirizzo:

Comune:

C.a.p.:

Provincia:

Stato:

Telefono *:

Telefax:

e-mail *:

Tipo di traduzione *:

Destinazione del testo *:

(campagna pubblicitaria, sito web, brochure, manualistica, ecc.)

Settore di appartenenza *:

(indicare per es. mobili d’ufficio, sportswear, meccanica, elettrotecnica, ecc.)

Dimensioni del progetto *:

(indicare il numero di parole, caratteri, ecc.)

Lingua sorgente*:

Lingua d’arrivo*:

Esiste una documentazione storica di riferimento *:
sino

Eventuali commenti:

Dichiaro di aver accettato la Privacy